Gennaro Borracino

Popolare personaggio che per tanti anni ha scandito con le sue nitide immagini la storia sportiva non solo della città di Vicenza e provincia ma ovunque; sempre presente.

Nato a Pietrelcina (BN) il 15 gennaio 1933 da famiglia di coltivatori diretti, all'età di 9 anni iniziò lo studio della musica, suo hobby preferito; fatalità il suo insegnante possedeva una macchina fotografica che un giorno prima di una lezione di solfeggio usò per necessità del maestro, dopo qualche giorno per lo sviluppo ebbe una grande soddisfazione. E da qui aggiunse alla passione per la musica anche quella per la fotografia.

Una domenica mattina, dopo la Santa Messa a Pietrelcina, vide un manifesto dove si poteva fare domanda all'esercito per diventare sottoufficiale specializzato, non esitò: il coraggio non gli è mai mancato. Fece domanda che venne accettata, e il 25 marzo del 1953 fu chiamato.

Il 25 marzo del 1957, già con grado di sergente e la specializzazione di insegnante di guida, ritornava alla vita civile per riduzione d'organico dell'esercito ottenendo la patente ad uso pubblico.

Senza tante difficoltà, avendo già la patente ad uso pubblico, ottenne l'assunzione presso le Aziende Municipalizzate di Vicenza come tranviere il 27 settembre 1957.

Il direttore generale dell'AIM, l'allora ing. Benussi venne a conoscenza che il tranviere Borracino era a conoscenza della fotografia e lo invitò a diventare fotografo aziendale. Dopo un esame da parte di un esperto della Questura superato gli venne rilasciata la licenza di fotograto ambulante.

Nel 1972 per ragioni di salute dovute ai lavori a turni decise di dimettersi, restando esclusivamente con l'arte fotografica senza i turni di tranviere e aprì uno studio fotografico in Via Brigata Regina al Villaggio del Sole.

Nell'ottobre 1973 il Direttore del Giornale di Vicenza, allora dott. Appiani, lo invitò a collaborare come fotoreporter per detto Giornale, un impegno molto laborioso, con interventi fatti ovunque e a qualsiasi ora, compito svolto per 15 anni.

Nel 1982, esattamente il 7 maggio, ottenne il tesserino di giornalista, con l'iscrizione all'Albo Nazionale nell'elenco di pubblicista.

Nell'anno 1990 lascia il Giornale di Vicenza ed inizia una collaborazione con il Nuovo Vicenza che dura 5 anni fino alla chiusura dello stesso.

Nel 1995 arriva la nomina a Cavaliere del Lavoro, e il 3 marzo 1995 il sindaco di Vicenza Corazzin consegna il titolo di Cavaliere a Gennaro Borracino.

Poi inizia la collaborazione con la testata Opera dell'Amore di San Martino di Schio, ancora adesso continuata. Si può dire che il fotoreport Borracino ne ha fatta di strada acquisendo una notevole esperienza e professionalità. Un giorno un suo collega curioso gli chiese: "Quando smetterai di fare il fotografo?". E lui rispose: "Quando il Signore lo vorrà".

Benvenuto su Foto Borracino!
accedi qui se sei già registrato


la registrazione è gratuita e facoltativa, consente di salvare i propri dati per una compilazione più veloce del modulo d'ordine e per ricevere le nostre promozioni.